Ventimiglia, stranieri diventati italiani in crescita

Nuove cittadinanze concesse : Ventimiglia in crescita, il record è ad Imperia, Sanremo rincorre

I numeri degli ultimi anni, compreso il 2017, dimostrano che nel capoluogo è stato boom di richieste per la cittadinanza italiana. Non così negli altri grandi comuni.

I numeri non raccontano tutto, ma sono certamente una fotografia fedele di quello che negli ultimi anni è stato il fenomeno delle richieste per la cittadinanza italiana da parte di cittadini extracomunitari, vuoi per essere nati in Italia e quindi arrivati a 18 anni con la possibilità di scelta, vuoi per matrimonio con un italiano.

E i numeri nella provincia di Imperia parlano chiaro: il capoluogo è quello che negli ultimi anni ha fatto registrare il numero maggiore di richieste approvate.

Dal 2014 al 2017 sono infatti 1.615 gli stranieri diventati cittadini italiani ad Imperia, con una media quindi di pochissimo superiore alle 400 unità all’anno e un picco massimo di 482 domande andate a buon fine nel 2015.

Scendendo nel dettaglio, nei dodici mesi del 2017 sono state concesse 388 nuove cittadinanze, il 40 per cento delle quali con decreto della Prefettura o del Presidente della Repubblica mentre il rimanente 60 per cento è da ripartire tra 175 approvazioni in base allo jure sanguinis (ovvero per figli che abbiano almeno un genitore italiano) e altre 58 attestazioni dell’Ufficio di stato civile e comprovanti i maggiorenni nati in Italia.

Un dato complessivo in qualche modo singolare, visto che ci sono città come Sanremo più popolose (circa dodicimila abitanti regolari in più).

Eppure nel comune rivierasco nel 2017 sono stati registrati soltanto 125 nuovi cittadini diventati italiani, ancora meno rispetto all’anno precedente quando erano il numero era stato pari a 179.

Scendendo nei dettagli, a Sanremo sono diventati italiani 91 cittadini di origine marocchina negli ultimi due anni e 41 di origine albanese sempre tra il 2016 e il 2017.

In crescita invece i dati di Ventimiglia, con un incremento del 10,50 per cento delle concessioni nei 24 mesi compresi tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017.

Anche in questo caso la maggioranza è rappresentata dai cittadini di origine marocchina nel 2016, con 13 richieste a buon fine, mentre nel 2017 il primato con 25 spetta ai cittadini di origine brasiliana.

Nella vicina Bordighera tra gennaio e dicembre 2017 sono andate a buon fine solo 15 concessioni di cittadinanza, mentre sono state 17 a Taggia, 4 a San Bartolomeo al Mare e infine 2 a San Lorenzo al Mare.

Stesso discorso per comuni ancora più piccoli, come Prelà con due nuovi cittadini italiani nel 2017

Vuoi aiutarci a rendere più completo l’articolo ? Scrivici..


1 thought on “Ventimiglia, stranieri diventati italiani in crescita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *