Teatro_di_Ventimiglia

Teatro Romano di Ventimiglia e la storia

Albintimilium: cenni storici

Il Teatro Romano di Ventimiglia è parte di un sito archeologico che si trova a Ventimiglia, in Liguria. Edificato vicino alla Via Julia Augusta fra il II ed il III secolo, è situato nella zona che in passato era nota col nome di Albintimilium.

Alcune fonti storiche hanno individuato proprio in questa zona un primo insediamento antichissimo, fondato da una tribù detta ‘de Liguri Intemeli’ in età preistorica.

Successivamente, il piccolo paesino venne conquistato dalle truppe romane: era il II secolo a.C., e vi venne fondato un nuovo villaggio, chiamato Album Intimilum (e che venne in seguito rinominato Albintimilium) che assunse una certa importanza strategica.

La storia narra che perfino l’Imperatore Cesare, tornando dalla Francia, venne ospitato nell’antico villaggio di Albintimilium.

C’è anche un interessante aneddoto storico su questo piccolo paese. Infatti secondo i registri dell’epoca tenuti da Celio, corrispondente di Cicerone, il comandante dell’accampamento militare romano di Ventimiglia ordinò l’uccisione di Domiziano, un sostenitore di Cesare.

In conseguenza a questo omicidio, la popolazione, fedele a Cesare, insorse contro l’accampamento militare ed ebbe la meglio, in quanto i soldati avevano poche armi. L’episodio venne ricordato con tanto clamore che ancora oggi nello stemma comunale di Ventimiglia si può leggere la frase latina ‘Civitas ad arma iit’, i cittadini corsero alle armi.

Il Teatro Romano di Ventimiglia

Il Teatro Romano di Ventimiglia è una delle strutture meglio conservate nel sito archeologico della città, ancora oggi orgoglio del paese di Ventimiglia.

Il Teatro Romano venne edificato vicino alla Via Julia Augusta, come abbiamo detto in un periodo di tempo compreso fra il II ed il III secolo, anche se non ci sono date precise. Il Teatro si trova quindi nella zona occidentale di Ventimiglia: consiste in una struttura con una forma semi-circolare, rivestita di pietra calcarea bianca che proviene dalle Turbie, una località vicino a Monaco.

Al Teatro Romano si poteva fare accesso dalla Versura Parodos, l’entrata sul lato occidentale, che ancora oggi rappresenta la parte meglio conservata della struttura. Invece la parte superiore, la Summa Cavea, purtroppo non si è conservata.

Tuttavia nell’Antiquarium (il museo archeologico che si trova nel sito romano) si trova una vetrina che illustra come era fatto il teatro, in scala.

Il diametro interno del teatro è di ventuno metri, il Vomitorium ovest (corridoio di uscita) è ben conservato, e si può anche vedere la pavimentazione marmorea del Teatro Romano di Ventimiglia della quale è rimasta traccia.

plastico del teatro romano
Plastico del Teatro romano di Ventimiglia

Dobbiamo immaginare che ai tempi il Teatro Romano fosse situato in una zona pulsante di vita: a fianco, sulla Porta di Provenza, il Teatro si apriva sulla Via Julia, mentre di fronte alla struttura si trovavano le Terme.

Secondo le stime, il Teatro Romano poteva accogliere massimo quattromila o cinquemila persone e quindi è considerato un teatro di piccole dimensioni.

Si ritiene che nella struttura si tenessero spettacoli di danze, mimi, commedie.
La struttura venne definitivamente abbandonata nel IV secolo.

Il Teatro Romano di Ventimiglia è stato scoperto da Girolamo Rossi, durante gli scavi in zona, nel corso del XIX secolo e negli anni successivi fu portato alla luce.

Il Teatro Romano oggi

Oggi il Teatro Romano di Ventimiglia, grazie al lavoro del comune di Ventimiglia, sta conoscendo una nuova primavera e una rinascita culturale.

Infatti sono stati tenuti diversi lavori di riqualificazione di questo sito storico, che è uno dei simboli più importanti della città ligure.

Lo scopo è quello di portare il Teatro Romano di Ventimiglia ad essere di nuovo il cuore pulsante della vita culturale estiva della città.

I lavori di restauro si sono tenuti nel corso della primavera del 2017 e già dalla stessa estate il Teatro Romano di Ventimiglia è tornato a rivivere e ad ospitare eventi musicali e culturali di alto livello.

Il teatro romano nel 2018
Il teatro romano nel 2018

Ottimistica la dichiarazione del sindaco della città di confine Enrico Ioculano del 23 gennaio 2018 :· “Teatro romano: collaudo statico eseguito. A breve apertura !

Vuoi aiutarci a rendere più completo l’articolo ? Scrivici..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *