Peruviano clandestino, pregiudicato ed ubriaco, espulso dall’Italia e la fidanzata multata

Nella notte del 9 ottobre, la squadra mobile della Polizia di Stato era attirata da uno straniero alla guida di un ciclomotore, in stato d’ebbrezza, privo del casco di sicurezza e senza patente di guida.

Il giovane originario del Perù e clandestino in Italia, veniva fermato dai poliziotti che percepivano i sintomi dell’alterazione da sostanze alcoliche, quali: alito vinoso, difficoltà di linguaggio, mancanza di equilibrio.

Il controllo con l’etilometro rilevava un tasso alcolemico 4 volte superiore al consentito.

Negli Uffici della Questura emergevano a suo carico condanne penali concernenti delitti contro la persona.

Dopo si procedeva al sequestro del ciclomotore, denuncia del predetto per guida in stato di ebbrezza, soggiorno irregolare sul territorio dello Stato, nonché alla guida senza patente e senza casco.

Sanzionata anche la fidanzata, proprietaria del ciclomotore, per aver affidato il proprio mezzo a un soggetto privo di patente.

L’Ufficio Immigrazione procedeva alla sua espulsione dall’Italia.

Vuoi aiutarci a rendere più completo l’articolo ? Scrivici..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *