Legge cirinnà a Ventimiglia, applicazione a passo lento

Le unioni civili sono regolamentate dalla Legge Cirinnà attualmente in vigore per fare in modo che, persone dello stesso sesso, possano sposarsi.

Oltre 14.000 persone si sono unite all’interno dei comuni italiani e più di un migliaio all’estero.

Unioni Civili: la vicenda

La legge Cirrinnà è entrata in vigore nel 2016 e prende il nome dalla senatrice del Partito Democratico, che ha presentato la proposta e si è battuta per ottenere l’approvazione. 

Le unioni civili in Liguria, partendo da un dato del 2016 (data di entrata in vigore della Legge Cirinna), sono state un totale di otto nel Comune di Ventimiglia di cui tre effettuate all’esterno e, poi, registrate in Italia.

Sanremo è stata una delle prime città a celebrare l’unione civile tra una transgender e un ragazzo ed oggi sono circa 11 le unioni totali di cui il Palazzo Bellevue è stato testimone.

Andando verso Taggia sono state registrate due unioni, mentre il capoluogo di Imperia ne conta – per ora – sette di cui cinque celebrate all’estero e poi trascritte all’anagrafe, al fine che fossero confermate anche in Italia.

All’interno dei vari piccoli comuni come San Biagio della Cima, Santo Stefano al Mare, Vessalico, sono state compiute circa venti unioni civili – sempre dal 2016 ad oggi-. Nonostante tutta questa attività sembra proprio che la legge Cirinnà abbia necessità di qualche miglioramento.

Come si evince dall’intervista rilasciata dal Presidente dell’Arcigay Imperia, Gianfranco Testa, questa legge ha delle mancanze come nel campo delle adozioni o altri aspetti riconosciuti di diritto alle coppie eterosessuali.

Evidenzia, inoltre, che questo periodo storico sia molto difficile e quindi vede lontana una possibile messa a punto della legge, comportando in futuro molte manifestazioni e incontri per combattere discriminazioni di ogni tipo.

Gianfranco Testa ha a cuore soprattutto la possibilità di poter adottare un bambino per una coppia dello stesso sesso, temendo possa essere un traguardo molto lontano. 

Vuoi aiutarci a rendere più completo l’articolo ? Scrivici..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *