Cinema Olimpia, a Bordighera una ricchezza storica e una sala imperdibile

Gestione privata per una sala nata in pieno centro con il Liberty e rimasta una bellezza architettonica. Oggi ce n’è per tutti i gusti con pressi e offerte interessantissime.

Tra le offerte culturali e di intrattenimento che Bordighera offre ai suoi cittadini e ai turisti c’è sicuramente il Cinema Olimpia, la cui gestione è affidata ad imprenditori privati che rimangono unici nel loro genere perché in città non esistono altre sale capaci di proporre un servizio di questo tipo al pubblico.

Il Cinema Olimpia è andato a colmare un vuoto nel settore e ha avuto anche l’indubitabile merito di rivitalizzare una sala cinematografica che con il tempo ha rivestito una importanza decisiva sia dal punto di vista architettonico che storico con prezzi per precisa scelta alla portata di tutti: l’ingresso all’Olimpia e Multisala costa 5 euro, quello per i film in 3D 7,50 euro e quello per i film d’essai 3,50.

Ma per invogliare ad uscire esiste anche la “Cinecard”, una tessera con dieci ingressi utilizzabile in tutti i giorni di apertura: costa 40 euro e viene venduta alla cassa del cinema.

E non è tutto perché a Bordighera funzionano altre due sale collocate nell’ex Cinema Zeni, ora diventato Multisala Zeni dotate di tecnologia modernissima.

La storia dell’Olimpia merita di essere raccontata: la sala è nata nel 1910 in via Cadorna, la che sbuca sul mare ma anche sulla centralissima Via Vittorio Emanuele, molto vicino a diversi locali in cui mangiare e passare tempo insieme prima e dopo il film.

Nato in piena era Liberty, più di recente è stato interessato da una ristrutturazione completa anche se ha mantenute invariate alcune sue caratteristiche peculiari come la facciata con lampioni dei primi del ‘900 all’esterno ma anche il soffitto a rosoni per le luci all’interno, e ancora le eleganti balconate in ferro battuto, gli affreschi realizzati dal pittore Giuseppe Balbo alle pareti della platea e dell’atrio della galleria, gli stucchi originali.

Tutte caratteristiche che hanno convinto la Sovrintendenza a dichiararlo bene di interesse storico e architettonico.

La sala è dotata di 250 posti divisi tra platea e galleria, con impianto di climatizzazione, uno schermo 7,10 metri per 3,20 metri in altezza, impianto di amplificazione Sony Digital Cinema Processor, 2 proiettori da 35 millimetri automatici, 1 proiettore da 16 millimetri ma può essere anche attrezzata come Arena estiva.

Nel 1970 è stato rilevato e mandato avanti dalla famiglia Venchi, confermandosi come tappa imperdibile per tutti gli amanti del film d’autore e impegnato, visto che ha cominciato a dedicare diverse giornate di programmazione al cinema d’essai, collocando invece la normale programmazione nei weekend.

I film d’essai vengono interrotti solo d’estate, in modo da accontentare i gusti di residenti e turisti (famiglie comprese) riproponendo i film di maggiore successo della stagione.

Vuoi aiutarci a rendere più completo l’articolo ? Scrivici..


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *